Eventi a Bologna con il Progetto Mambo

Museo Storico Didattico della Tappezzeria

SCHEDA
Zona:
Villa Spada, via Casaglia 3
Telefono:
051-6145512
Orari:
martedì-domenica dalle 9 alle 13;
Chiuso:
lunedì, festivi, agosto
Prezzo:
Euro 4,00 Ridotto: 2,00

Il Museo della Tappezzeria nasce grazie alla volontà e alla dedizione del primo direttore, il maestro tappezziere Vittorio Zironi. Subito dopo la fine della guerra (1946), sotto la sua supervisione venne dato inizio alla raccolta delle prime opere, che proseguì ininterrotta fino al 1966, anno dell’allestimento delle sale e dell’apertura al pubblico. Il 1990, infine, vide l’esposizione definitiva nella sede che ad oggi ospita l’intero museo, la residenza nobiliare di Villa Spada, una delle più belle ville pedecollinari bolognesi.

I tessuti e gli oggetti raccolti per la collezione museale furono, in un primo tempo, esclusivamente legati al mondo dei tessuti da tappezzeria e a tutto ciò che era legato alla produzione delle stoffe, compresi grandi telai d’epoca e macchine cardatrici. In seguito, però, consapevoli che la storia del tessuto d’arredo è anche la storia di mode e stili di vita, le acquisizioni compresero prodotti per l’abbigliamento, vesti destinate alle celebrazioni liturgiche e abiti. Generose donazioni e importazioni arricchirono negli anni l’archivio (spiccano, tra gli altri, i 400 pezzi della scuola di ricamo di Perugia e l’archivio del pittore bolognese Guido Fiorini), rispettando sempre il criterio scientifico che identifica il tessuto come fonte di conoscenza del passato e del patrimonio della nostra tradizione artigianale.

Assieme alla testimonianza storica, archiviata ed esposta in maniera che si conservi nel tempo senza subire danni, il museo ha come scopo lo studio sistematico delle stoffe e dei tessuti, tracciando una storiografia delle varie tipologie tessili. Esposta nei tre piani della villa, l’intera collezione è catalogata all’interno di un archivio informatico, in modo da garantirne lo studio anche a distanza e assicurare la giusta conservazione del materiale, per sua stessa natura particolarmente fragile.