Eventi a Bologna con il Progetto Mambo

"Le colline fuori della porta"

Eventi escursioni itinerari trekking passeggiate colli bolognesi:
SCHEDA
Zona:
Colline di Bologna
Telefono:
(+39) 051 301209 Quartiere Santo Stefano
Prezzo:
Escursioni e passeggiate sono gratuite. Non occorre prenotarsi.
Apertura:
Da marzo a ottobre 2012

Ma come è bello andare in giro per i colli bolognesi. A piedi.

Dieci proposte per la primavera e l'autunno di quest'anno, dopo il notevole successo delle dieci escursioni e passeggiate, fin dalla primavera 2007. Il programma de "Le colline fuori della porta" alterna cinque escursioni non eccessivamente impegnative e cinque rilassanti
passeggiate (le prime si concludono nel corso della mattinata, le seconde si prolungano nel pomeriggio). Il riscontro avuto sottolinea la voglia di scoprire o di riscoprire un patrimonio verde della città di Bologna: la sua collina. Questa iniziativa si avvale dell'organizzazione del Comune di Bologna e dei quartieri "collinari", della Fondazione Villa Ghigi, del Club Alpino Italiano, Trekking Italia e di altre associazioni escursionistiche bolognesi e con il contributo della Fondazione del Monte.

La volontà dei promotori di arrivare alla realizzazione di una rete stabile e regolamentata di itinerari escursionistici che si sviluppino dalla città sino ai colli. È un obiettivo al quale si sta lavorando da tempo, nel settore occidentale della collina ma anche in altri punti, e questo potrebbe essere l'anno per raggiungere finalmente qualche tanto atteso risultato concreto.

Gli itinerari proposti nella sesta edizione del ciclo di escursioni, ripropongono tragitti già sperimentati nel programma precedente: sono molti i luoghi vicini alla città dove è più evidente l'intreccio di natura e storia. Il segno distintivo che connota la collina bolognese. Una possibile trama di percorsi, aree verdi, piccole emergenze naturali, edifici storici, vecchie sistemazioni agricole, paesaggi e scorci suggestivi. Da godere a piedi. "Un denso fondale verde per la città e, insieme, il suo più vasto, multiforme e affascinante giardino" questo sono le colline fuori della porta come descitte dal poeta Dino Campana.

Per le cinque passeggiate sono sufficienti un paio scarpe comode e robuste e un ombrello (o una giacca impermeabile) in caso di tempo incerto. Le cinque escursioni sono sicuramente più faticose e richiedono un po' di allenamento a camminare per qualche ora in salita e su terreni sconnessi e a volte invasi dalla vegetazione. Sono necessari scarponcini o pedule da montagna.

Eventi escursioni itinerari trekking passeggiate colli bolognesi:                   Ecco il programma completo:    

 

AUTUNNO 2012

domenica 16 settembre

Dall'Abbazia di Monteveglio a Zola Predosa

Dalla Ca' Vecchia, ai margini del moderno abitato di Monteveglio, risalendo lungo il rio Ramato, si raggiungono i resti del castello e la millenaria pieve romanica, nel cuore del Parco Regionale Abbazia di Monteveglio. Ridiscesi in paese, si attraversano le dolci colline che separano la valle del Samoggia da quella del Lavino, in un paesaggio ricco di suggestioni nel quale spiccano la chiesa di Montemaggiore e i severi calanchi nelle vicinanze. Raggiunto il Lavino si segue il percorso ciclo-pedonale che, costeggiando il torrente, conduce in breve a Zola Predosa.

Ore 9-18 Viaggio A/R in treno. Ritrovo alla Stazione Centrale di Bologna, piazzale Ovest, linea Bologna-Vignola, ore 9. Partenza del treno ore 9.16.

domenica 23 settembre

Gli alberi da frutto del Parco Villa Ghigi: un inno alla biodiversità rurale

Il parco ospita una notevole collezione di alberi da frutto, in molti casi secolari, che appartengono a varietà tradizionali, da tempo dimenticate ma oggi soggette a una nuova attenzione (anche grazie a una specifica legge regionale). La bella rassegna di meli, peri, ciliegi, fichi, azzeruoli e cornioli è completata da esemplari piantati negli ultimi anni per integrare le fallanze e dal "Frutteto del Palazzino", che custodisce il germoplasma di alcuni tra i più vecchi fruttiferi dell'Emilia-Romagna. A conclusione, piccola esposizione di frutti antichi e mercatino.

Ore 10-12 Partenza dal parcheggio del Parco Villa Ghigi lungo via di Gaibola.

domenica 30 settembre

Le colline tra Reno e Lavino

Dal centro abitato di Zola Predosa si risale inizialmente il torrente Lavino per poi inerpicarsi sul versante destro della valle percorrendo lo storico "sentiero dei gessaroli" (sentiero CAI 102) in direzione di Monte Rocca e Monte Capra. Attraverso affioramenti gessosi e lembi di bosco caratterizzati da grandi esemplari di quercia, si raggiunge l'Eremo di Tizzano e, seguendo il percorso storico-naturalistico realizzato di recente, si scende poi a Casalecchio di Reno, tra vigneti collinari e spettacolari panorami sulla vallata del Reno e la pianura.

Ore 9-17 Ritrovo alla Stazione Centrale di Bologna, piazzale Ovest, linea Bologna-Vignola, ore 9. Partenza del treno ore 9.16.

domenica 21 ottobre

Gli alberi da legno: storia, tradizione e impiego in agricoltura
In occasione della IX edizione della Festa della Storia

Una passeggiata nel Parco Villa Ghigi alla scoperta di alcuni alberi, autoctoni ed esotici, da sempre utilizzati per il loro legno: dal tasso del formidabile arco di Ulisse alla tuia gigante utilizzata dagli indiani per fabbricare i loro totem. Aneddoti e storie raccontate a più voci, insieme a informazioni scientifiche e tecniche sui diversi tipi di legno, accompagneranno la salita verso il Palazzino, dove verrà organizzata una piccola esposizione di legni, manufatti e attrezzi agricoli provenienti dai poderi dell'antica tenuta Ghigi.

Ore 10-12 Partenza dall'ingresso