Eventi a Bologna con il Progetto Mambo

Bright star

Regia: Jane Campion
Cast: Ben Whishaw, Abbie Cornish, Paul Schneider, Thomas Sangster, Jonathan Aris, Samuel Barnett
Genere: Drammatico
Durata: 120 min.
Australia, Francia, UK, 2009

La fulgida stella che illuminò gli ultimi anni di Keats

Bright star, film di Jane Campion, cinema Bologna 11 GiugnoLondra, 1818: tra il 23enne poeta John Keats e la sua vicina di casa, la studentessa di moda Fanny Brawne, nasce una relazione segreta. Inizialmente lui la giudica una ragazza superficiale mentre lei rimane indifferente non solo alla sua poesia ma alla letteratura in generale. L'avvicinamento avverrà gradualmente: Fanny scopre che John accudisce il fratello malato e si offre di aiutarlo, mentre lui la ricambierà dandole lezioni di poesia e facendole scoprire il mondo della letteratura. Lentamente la loro storia d'amore crescerà d'intensità fino a sfiorare i toni dell'ossessione romantica, così come i due innamorati dovranno affrontare i problemi che la società del tempo impone. La tubercolosi di John porrà fine alla loro breve storia, lasciando una poesia scritta per Fanny che concluderà con le sue note il loro racconto.

Tratto dalla biografia Keats di Andrew Motion, Bright star racconta gli ultimi tre anni di vita di John Keats, vissuto nell'Inghilterra dell' 800. Il tentativo della Campion è quello di evocare il senso, lo spirito, il romanticismo e la dolenza delle opere del grande poeta inglese attraverso l'appassionata e travagliata storia d'amore con la sua musa ispiratrice.

Jane Campion, cinquantenne regista neozelandese di cultura inglese, ha sempre avuto una predilezione speciale per l'Ottocento (Lezioni di piano, Ritratto di signora) e per le personalità femminili. Il suo secondo film Sweetie, già presentato nel 1979 al Festival di Cannes, ritratto d'una sorella sfrenata e squilibrata, provocò uno scandalo non superficiale; così come Holy Smoke con Kate Winslet, storia di deprogrammnazione di giovani plagiati da sette religiose o incantati dalla possibilità di raggiungere l'illuminazione promessa dai guru.

I temi prediletti dei suoi lavori cinematografici sono le regole sociali e le loro trasgressioni, la sensualità, il rapporto tra personaggi e ambiente, il coraggio delle situazioni estreme. Dopo Lezioni di piano (Palma d'oro nel 1992), Jane Campion mette al centro del suo nuovo film un'altra eroina in lotta con le convenzioni sociali e desiderosa d'amore. La storia parla sì di John Keats, ma lo fa attraverso gli occhi di Fanny Brawne e del suo ricordo che, all'inizio del film, torna indietro nel tempo a raccontarci di quel fugace amore. E alla fine, è sempre lei che s'allontana dallo schermo recitando i versi del sonetto che dà il titolo alla storia...

 

Al Cinema:

Jolly - Via Marconi, 14 - 051 224605 -
Orari: 15:45 18:00 20:15 22:30

Medusa Multicinema 5 - Viale Europa - 051 9379001 -
Orari: 17:30 20:10 22:50