Eventi a Bologna con il Progetto Mambo

A Christmas Carol

Regia: Robert Zemeckis
Cast:  Jim Carrey, Colin Firth, Christopher Lloyd
Genere: Fantastico
Durata: 96 min.
USA, 2009

A Natale, Dickens in 3D 

A Christmas carol, film di Robert Zemeckis con Jim Carrey nei cinema di BolognaEbenez Scrooge è uno strozzino vecchio ed avido che equipara la parola Natale alla frase "tirare fuori il portafoglio per regali e per dare il salario a Bob", il suo fedele impiegato. Scrooge non ha nessuna voglia di passare il Natale nemmeno in compagnia del suo unico nipotino Fred. Durante la notte della vigilia, però, il vecchio riceve una strana visita: i tre spiriti del Natale lo fanno balzare sul letto di soprassalto. Il primo lo conduce indietro nel tempo, facendogli rivivere i suoi Natali passati. Il secondo spirito, invece, gli mostra il Natale del presente, mentre il terzo gli svela come sarà il Natale futuro, quando lui sarà già morto e nessuno lo ricorderà con piacere. Da questi viaggi temporali Scrooge rimane colpito: finalmente capisce quanto tempo abbia sprecato dietro a cose vane quali la ricchezza e il denaro. Il Natale si avvicina e il protagonista deve riparare in fretta. 

Robert Zemeckis è riuscito efficacemente a riprendere la favola del 1843 di Dickens, Canto di Natale, già rappresentata più volte nel piccolo come nel grande schermo; il regista ha tentato l'impresa del 3D, ultima novità del cinema, facendosi affiancare da un cast notevole. Il protagonista è Jim Carrey,che nel 2000 aveva interpretato il Grinch, l'essere natalizio verde e peloso.

Grazie alla tecnologia a disposizione, il regista di A Christmas carol si è servito della cosiddetta "Performance capture", una tecnica che consente di filmare gli attori a 360° con diverse macchine da presa digitali, per poi trasformarli in personaggi animati. Inoltre, Jim Carrey ha potuto quadruplicarsi, impersonificando oltre a Scrooge, anche i tre spiriti natalizi.

Zemeckis si è attenuto fedelmente al testo di Dickens, ancora di grande attualità. Il film fa riflettere non tanto sul valore del Natale, quanto sul senso della vita che ognuno, credente o non credente che sia, può trovare su questa terra. Pur essendo un film di animazione, il regista lo ha definito "non adatto ai più piccoli", facendo riferimento alle scene horror nel viaggio assieme allo spirito dei Natali futuri. Il 3D, in effetti, è una tecnica che promette di coinvolgere davvero a 360°, e di impressionare altrettanto facilmente.