Eventi a Bologna con il Progetto Mambo

La nostra vita

Regia: Daniele Luchetti
Cast: Elio Germano, Raoul Bova, Isabella Ragonese, Luca Zingaretti, Stefania Montorsi
Genere: Drammatico
Durata: 95 min.
Italia, 2010 

 

Elio Germano, l'asso vincente di Luchetti.

La nostra vita,film di Daniele Luchetti,con E.Germano e R.Bova,nei cinema di Bologna 21 maggioNella periferia romana vive Claudio, un operaio edile di trent'anni con una moglie incinta e due figli. Il rapporto con Elena, vitale e ancora pieno di attrazione, viene però stroncato. Durante il parto infatti Elena muore, assieme al bambino che tanto aspettavano. La vita di Claudio si trova improvvisamente vuota e priva di senso. Il ragazzo decide di cambiare completamente direzione, di sfidare il destino e dare a lui e ai suoi figli tutto quello che non hanno mai avuto: soldi, benessere, vacanze...Claudio sposta, così, il dolore del lutto su cose del tutto materiali, non importanti. Ma a forza di tirare la corda, rischia di farla spezzare, cacciandosi in un affare più grosso di lui. A questo punto, Claudio è costretto a chiedere aiuto alle uniche persone di cui si fida: il suo timido fratello maggiore, la sorella troppo materna e il pusher vicino di casa.

"Con un cast di ottimi colleghi racconteremo la storia di un proletario che, dopo un lutto, deve fare i conti con questo evento traumatico. Un dolore che riuscirà a rimuovere aggrappandosi all'unico elemento che ha sotto il naso: cerca di fare soldi. Parla attraverso il denaro, che è il risarcimento del dolore. Nel proletario romano significa prendere la scorciatoia tra l'onesto e il disonesto. Più che le sue difficoltà, è la storia di un paese intero". Queste le parole del protagonista di La nostra vita, Elio Germano, uno degli attori italiani più amati dalle nuove generazioni. Grazie alla sua versatilità e alla strabiliante capacità di immedesimarsi nei ruoli, Germano è stato "meta" di grandi registi come Scola in Concorrenza sleale (2001), Salvatores in Quo vadis, baby? (2001) e Come Dio comanda (2008); e ancora ha affiancato Placido in Romanzo criminale (2005) e Virzì in N-Io e Napoleone (2006).

Eppure, Germano deve una delle sue più riuscite interpretazioni a Luchetti che nel 2007 lo sceglie come protagonista di Mio fratello è figlio unico, accanto all'attore già affermato Riccardo Scamarcio. Il regista, rimasto fortemente colpito dal talento di questo giovane attore (oggi ha 29 anni), decise di riconfermarlo per un secondo ruolo protagonista. Così nasce la nuova pellicola La nostra vita, dove Germano, Claudio nella finzione, è spalleggiato da Raoul Bova. La nostra vita sarà in gara al Festival di Cannes 2010, che si terrà dal 12 al 23 maggio. ''A Cannes non ci si abitua mai, c'e' una sacralità e una serietà d'approccio verso il cinema totalmente diversa e poi si accede al mercato internazionale, una cosa che non guasta'', dichiara il regista romano. Luchetti, ancora una volta, ha dato prova della sua straordinaria capacità di creare film che suscitino una forte immedesimazione del pubblico nelle storie raccontate. Inoltre, in La nostra vita il regista ripercorre il tema della famiglia dentro allo specchio della società italiana contemporanea.

Concludiamo, allora, con le parole dello stesso Luchetti: "La nostra vita è un film che tende a mescolare orizzonti diversi come la vita, il dolore profondo, è un film allo stesso tempo furioso e vitale. Questa volta, rispetto ai miei film precedenti, mi sono preoccupato meno di alleggerire toni ed emozioni pur di far emergere la verità. E questo senza usare trucchetti per compiacere il pubblico. Ma c'è anche nel film una grande voglia di guardare a questo paese attraverso un personaggio non edulcorato, un operaio ambizioso, vitale, disonesto. Un modo per raccontare le ragioni della sua povertà etica e, nonostante questo, stare sempre dalla sua parte anche quando fa la cose peggiori. Uno sguardo verso l'Italia, un paese che va comunque guardato anche per le cose che non ci piacciono".

Al Cinema:

Roma d'Essai - Via Fondazza, 4 - 051 347470 -
Orari: 16:00 18:10 20:20 22:30

Arlecchino - Via Lame, 57 - 051 522285 -
Orari: 15:45 18:00 20:15 22:30