VirtualBologna incontra Celso De Scrilli

Eventi a Bologna Federalberghi - intervista a Celso De Scrilli

Il Presidente di Federalberghi rilancia la Bologna dell'arte

Federalberghi ha da qualche giorno rinnovato i nuovi vertici e conferma alla sua guida Celso De Scrilli. Nel suo secondo mandato il Dott. De Scrilli potrà continuare a sviluppare i progetti attualmente in corso rivolti alla valorizzazione del settore turistico, in particolare nella nostra provincia.

Eventi a Bologna Federalberghi - intervista a Celso De ScrilliIl Presidente di Federalberghi Bologna, nel suo intervento in assemblea, ha affermato che il turismo, se valorizzato e favorito, può rappresentare il principale antidoto alla crisi finanziaria ed economica che sta coinvolgendo anche Bologna e la sua provincia

Tra i principali obiettivi del mandato c'è la valorizzazione di Bologna Incoming srl, che nei prossimi giorni verrà presentato nella sua nuova veste, è un importante strumento di promozione turistica, realizzato in sinergia da Ascom Bologna e da Federalberghi, impegnate a sviluppare, promuovere e commercializzare, il lavoro di albergatori, ristoratori, agenzie di viaggio, guide d'arte e commercianti al fine di accrescere l'immagine turistica della città di Bologna e della sua provincia attraverso offerte turistiche altamente qualificate nell'offerta e ancora più competitivi nel prezzo.

Abbiamo incontrato l'albergatore, classe "57 durante l'evento "L'aperitivo diventa spettacolo", manifestazione  organizzata dalla nostra testata in collaborazione con il Teatro EuropAuditorium, e patrocinata dal Comune di Bologna e realizzata con Ascom, Ryanair, Galleria Cavour e Radio Bruno.

Com'è andato l'andamento del settore turistico bolognese per il 2009?

Piuttosto male, il 2009 ha chiuso con un 20, 25% in meno di fatturato, Bologna lamenta la crisi economica. Bologna ancora è una città che dipende per l'80% dal business ed essendo un momento di crisi va in crisi tutto il sistema.

Un progetto che possa rilanciare il turismo a bologna?

Noi, abbiamo già commissionato 8 mesi fa un progetto di rilancio per la città di Bologna, che passava attraverso alcuni temi importanti da promuovere. Bologna è conosciuta per tantissime cose ma non ha un brand specifico che possa bucare lo schermo e fare presa sul turismo mondiale, quindi bisogna investire per cercare di dare una caratterizzazione turistica alla città avevamo individuato alcuni soggetti tra questi la musica, bologna ha tantissime realtà musicali dalla classica, al rock e quindi poteva per noi essere un supporto importante.

Perciò la musica e i musical che questa sera vengono presentati in galleria Cavour......

La musica, i musical le osterie, il jazz, la musica classica, i teatri, i tanti cantautori e cantanti che sono nati artisticamente o anche che vivono a Bologna.

Di conseguenza non puntare sul turismo mordi e fuggi, ma un turismo che permette all'utente di tornare a Bologna o per la musica o per il buon vino, o per tutto ciò di bello e interessante ci può essere in città.

E' chiaro oggi che non basta per promuoversi dire che è una bella città quale Bologna lo è, bisogna dare degli spunti che facciano scattar la voglia di un viaggio, poi secondo noi e secondo tanti turisti che vengono oggi a Bologna, una volta che ci sono stati tornano volentieri. Eventi a Bologna Federalberghi - intervista a Celso De Scrilli

Le istituzioni come si comportano?

Un tasto abbastanza dolente, perché purtroppo non abbiamo più il sindaco e non sappiamo quando ne avremo uno nuovo. Era iniziato un percorso abbastanza interessante con l'Amministrazione dimissionaria, speriamo che con chi arriverà si potrà instaurare un rapporto di collaborazione, questo comporta sicuramente la perdita di un anno di lavoro che purtroppo le aziende non si possono permettere.

Bologna possiede un Polo Fieristivo abbastanza sviluppato, di conseguenza si può puntare ad un turismo legato alle fiere?

Il turismo legato alle fiere fa parte del filone business è chiaro che le fiere nel momento di crisi economica vanno in crisi perchè le aziende investono meno in promozione e quindi investono meno nelle fiere. E' importante comunque mantenere le fiere che ci sono e cercarne di nuove, perchè comunque quello che facciamo oggi può essere importante fra qualche anno.
Oggi c'è una nuova politica anche sulla fiera che guarda di più alla città, fino a qualche tempo fa la fiera era isolata e le manifestazioni si limitavano ai soli padiglioni fieristici e poi avevano poco appeal e poco contatto con la città, invece il vantaggio di avere una fiera così vicina al centro storico permette di fare manifestazioni che sono sia nel centro che nella fiera un esempio è stato Arte Fiera altro esempio il salone del libro oggi le fiere si stanno trasformando in eventi piuttosto che esposizioni.

Maria Passalacqua

 

 

 
 
I nostri Partner

Bologna Fondazione Alma Mater